“NASCE” ALLA FIERA DEL LEVANTE L’EDIZIONE 618 DEL CARNEVALE DI PUTIGNANO
Nuova FdL, 23-02-2018

“NASCE” ALLA FIERA DEL LEVANTE L’EDIZIONE 618 DEL CARNEVALE DI PUTIGNANO

Tradizione e innovazione con un occhio attento all’ecosostenibilità

Biciclette mascherate con testa e coda di cavallo in cartapesta, Giganti senza occhi, maschere di ogni tipo e l’immancabile Farinella: entrando nel padiglione 129 della Fiera del Levante, sede dell’Associazione The Hub Bari, non si può non rimanere “contagiati” dallo spirito del Carnevale di Putignano ma anche dall’aria nuova e frizzante che “si respira” nel quartiere.

 


Il rinnovamento non è più un obiettivo a medio-lungo termine ma è realtà grazie a semplici e imprescindibili parole-chiave: creatività, condivisione di idee, incontri tra persone – prevalentemente giovani – che credono possibile un mondo migliore.
Uno spirito che anima le comunità che si stanno insediando in Fiera ma anche una delle feste più antiche e conosciute della tradizione, per il fascino che esercita e per il mistero che continua a possedere nei secoli.

L’edizione numero 618 del Carnevale, tra tradizione e innovazione, ha un’idea di fondo unica: solo sulle spalle dei giganti si può guardare più lontano e scrutare il futuro. E, allora, parte l’invito a riprendere quello che siamo, a rifornirci di tutto quello di cui abbiamo bisogno semplicemente lavorando, ma anche pedalando.
Non è un caso, dunque, se alla tradizionale trazione dei trattori quest’anno si sostituisce quella sostenibile delle biciclette. Dopo il primo ecoconcerto a pedali, che ha visto la Puglia in prima fila fra le regioni italiane nella settimana europea della mobilità, il programma “CreAttivaMente” dell’Assessorato regionale alla mobilità “sforna” una nuova iniziativa: due carri trainati da bici e quattro postazioni di bike sharing attive con dieci bici ciascuna, mascherate anch’esse da cavalli, che possono essere noleggiate per trasmettere un invito al cambiamento ed esserne parte attiva.


Quando? Durante le sfilate, in programma domenica 5, 12 e 19 febbraio e (in notturna) martedì 21. I temi scelti quest’anno per i Giganti di Carta sono rivolti all’economia, allo spread, alla fine dei dittatori e alla libertà di stampa. Ma, oltre ai carri mascherati, si alterneranno eventi legati a cucina, folklore, costumi, bambini, disabilità, recupero delle origini.
Merito del lavoro della Fondazione Carnevale di Putignano, promossa dal Comune di Putignano e che annovera tra i partecipanti fondatori la Regione Puglia (in particolare con gli Assessorati alla Cultura e alle Infrastrutture) ma che si appresta ad accogliere anche la Provincia di Bari con cui sono allo studio percorsi comuni. A Post_la fabbrica della creatività si devono, invece, la costruzione di una rete di reti open source e l’ideazione di un Carnevale “3.0” che inaugurano una stagione nuova, fatta di festa e responsabilità, gioia e condivisione. Perché “la poesia del cambiamento è scritta dalle mani gentili e sporche del fabbro, del cartapestaio, dello scultore, del pittore, dell’inventore e di un assessore che, dalle spalle dei Giganti e con le mani sporche d’inchiostro e coraggio, è ‘il più folle dei folli che sogna folle di folli’”. Un principio-guida che caratterizza pienamente anche il nuovo corso della Fiera del Levante.


A cura dell’ufficio stampa
della Fiera del Levante n.1
a.d./f.t.

Nuova FdL

- admin -
Nuova FdL

info@fieradellevante.it

Altre notizie

La Fiera vista da Voi
Link utili
Da fuori Bari