Assemblea della FDL Servizi convocata per il 30 dicembre
Nuova FdL, 23-02-2018

Assemblea della FDL Servizi convocata per il 30 dicembre

Il Presidente della Fiera del Levante Prof. Gianfranco Viesti rende noto quanto segue:


L'assemblea della FDL Servizi convocata per il 30 dicembre giunge al termine di un lungo
processo decisionale da parte degli organi statutari dell’Ente. Il Consiglio di Amministrazione -
sempre alla presenza anche del consigliere nominato dal Comune di Bari – si è occupato della
questione nelle sue sedute dell'11 luglio, del 7 ottobre, del 28 ottobre, del 7 dicembre, del 27
dicembre.

 


Il Consiglio Generale, il 25 luglio scorso, ha deliberato all’unanimità “di procedere ad una modifica
dello Statuto della FDL Servizi al fine di determinare l'attività esercitabile dalla FDL Servizi srl; di
dare mandato al Presidente affinché provveda a formulare la bozza dello Statuto della FDL
Servizi srl che poi dovrà essere sottoposta per la approvazione alla assemblea della FDL Servizi
stessa".
La trasformazione della FDL Servizi può essere compresa alla luce del documento "Verso il
Piano Triennale 2012-14 della Fiera del Levante”, approvato all'unanimità dal Consiglio di
Amministrazione del 28 ottobre, e, sempre all'unanimità, dal Consiglio Generale del 7 dicembre.


Quali, in sintesi, le motivazioni da parte degli organi della Fiera di queste modifiche?
1) con la fine del 2011 giunge al termine il progetto Amico - a finanziamento ministeriale - che
negli ultimi anni ha rappresentato all'incirca i due terzi degli introiti della FDL Servizi; la
società (che conta un dipendente) ha quindi concluso un ciclo della propria attività, cosa
della quale non si può che prendere atto;


2) l'Ente Fiera versa da tempo in grandissime difficoltà economiche. Vi è la necessità di
svolgere le attività dell'Ente a più ampio raggio possibile, nell'ambito dei suoi obiettivi. Il
Consiglio di Amministrazione e il Consiglio Generale hanno quindi ritenuto di riportare le
eventuali attività fieristico/espositive all'estero in capo all'Ente, evitando sovrapposizioni da
parte di una società controllata. Ente che, non va dimenticato, conta 67 dipendenti cui va
assicurato lo stipendio, le cui professionalità sono legate alle fiere, che recentemente
hanno approvato un contratto integrativo aziendale che chiama il personale tutto a sensibili
sacrifici;


3) la legge regionale 3 marzo 2009 ridisegna il sistema fieristico regionale; la strategia
dell'Ente - in coerenza con quanto disposto dalla legge - è orientata a separare l'Ente
pubblico così com'è esso ora, proprietario del quartiere fieristico ed una società di capitali,
con oggetto sociale l'organizzazione di fiere (nel quartiere e altrove). Andranno valutate
modalità e tempi di un allargamento a soci privati del capitale di quest'ultima società. Non
sarà per niente facile. Potrebbe rivelarsi impossibile se continuasse ad esistere una società
(l'attuale FDL Servizi), controllata dall'Ente e partecipata da alcune entità private che
organizza per suo conto fiere all'estero.

La FDL Servizi ha come soci di minoranza alcune istituzioni di rappresentanza e banche. Con
essi è stato discusso tutto quanto sopra. La proposta dell’Ente è stata condivisa dalla
maggioranza dei soci. Con essi è stato convenuto che la Fiera procederà in stretto raccordo con
le rappresentanze delle imprese e le Camere di Commercio sul tema delle attività fieristiche
all’estero. Dopo l’Epifania ci sarà un incontro su questo tema.
L'attività della società FDL Servizi non è uno dei temi più importanti nel processo di
trasformazione dell'Ente (per quanto riceva straordinaria attenzione mediatica), il che contribuisce
a spiegare il lungo tempo trascorso fra il Consiglio Generale del 25 luglio e l'assemblea del 30
dicembre (non esattamente un “blitz”…). Tuttavia anche essa deve essere considerata nel
processo di razionalizzazione e riduzione dei costi, di ridisegno e potenziamento della Fiera del
Levante.
Questo processo non è per niente semplice. Forse in questi mesi si è posto qualche tassello, dal
finanziamento e realizzazione (in corso) del centro congressi, all'insediamento di Eataly ed altri.
La strada è però ancora lunga e impervia. Il successo non è certo garantito. Per la Fiera occorre
fare presto, molto presto: la crisi è durissima, il 2012 si prospetta drammatico e l'Ente è ancora
molto debole.
Il rilancio della Fiera è comunque del tutto impossibile, senza un convinto e pieno sostegno da
parte dei soci. Non posso dunque che accogliere la richiesta del 28 dicembre del Sindaco di
ulteriori approfondimenti; proporrò all’Assemblea del 30 di rinviare all’anno nuovo ogni
deliberazione.
Mi spiace che da parte dell’Amministrazione Comunale non sia stato possibile approfondire a
sufficienza la questione in questi lunghi mesi. Ma, nessun problema: sono fiducioso che lo si potrà
fare in tempi rapidi, e che l’Ente continuerà ad operare con il pieno consenso dei suoi soci.


COMUNICATO STAMPA
Bari, 29 dicembre 2011

Nuova FdL

- admin -
Nuova FdL

info@fieradellevante.it

Altre notizie

La Fiera vista da Voi
Link utili
Da fuori Bari